KAREN SPARCK JONES: LA RICERCATRICE CHE SCOPRI’ COME IL LINGUAGGIO UMANO POTEVA ADATTARSI AI MOTORI DI RICERCA WEB

Karen Sparck Jones fu l’informatica che gettò le basi per la creazione di informazioni evolute per i motori di ricerca, combinando scienze statistiche e linguistiche, ideando la funzione di peso td-idf, in grado di misurare la rilevanza di uno specifico termine di relazione tra uno o più documenti In questo articolo si parla di: Nel 1972, quando Karen Sparks Jones presenta l’articolo “A statistical interpretation of term … Continua a leggere KAREN SPARCK JONES: LA RICERCATRICE CHE SCOPRI’ COME IL LINGUAGGIO UMANO POTEVA ADATTARSI AI MOTORI DI RICERCA WEB

HERBERT A. SIMON: SOCIETA’ E SCIENZA NON VIAGGIANO NELLA STESSA DIREZIONE

Il grande pensatore statunitense, che affondò nello studio del conflitto tra beneficio individuale e collettivo una radice per lo sviluppo di tecnologie di intelligenza artificiale In questo articolo si parla di: Herbert A. Simon è nato a Milwaukee il 15 giugno 1916 da Arthur Simon, ingegnere elettrico che arrivò dalla Germania negli Stati Uniti nel 1903 – ed Edna Marguerite Merkel – pianista professionista con … Continua a leggere HERBERT A. SIMON: SOCIETA’ E SCIENZA NON VIAGGIANO NELLA STESSA DIREZIONE

JOHN MCCARTHY: LO STUDIO DELLA RAPPRESENTAZIONE DELLA CONOSCENZA PER FORMULARE LE RISPOSTE ALLE CRITICITA’ DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Studioso dei metodi di rappresentazione della conoscenza, il matematico statunitense firma una delle ricerche più importanti in ambito AI. John McCarthy combina gli elementi del linguaggio di programmazione IPL per creare il linguaggio LISP, ancora oggi punto di riferimento per lo studio dei prototipi di linguaggi ideati per l’Intelligenza Artificiale In questo articolo si parla di: Nel 1955 fu coniato il termine Intelligenza artificiale in … Continua a leggere JOHN MCCARTHY: LO STUDIO DELLA RAPPRESENTAZIONE DELLA CONOSCENZA PER FORMULARE LE RISPOSTE ALLE CRITICITA’ DELL’INTELLIGENZA ARTIFICIALE

MARVIN MINSKY: DALLA TECNOLOGIA ANALOGICA ALLA FANTASCIENZA PER SPIEGARE LA COMPLESSITA’ DELLA MENTE UMANA

L’esperienza di vita sulla terra non basta per imparare come funziona l’apprendimento umano. Per tale motivo Marvin Minsky si è spostato oltre gli orizzonti dell’orbita terrestre per scoprire come funzionano i meccanismi che consentono di risolvere problemi complessi, necessari allo sviluppo di intelligenze artificiali In questo articolo si parla di: Quando Marvin Minsky era insegnante all’università, un giorno si avvicinò ad uno studente, tale Gerald … Continua a leggere MARVIN MINSKY: DALLA TECNOLOGIA ANALOGICA ALLA FANTASCIENZA PER SPIEGARE LA COMPLESSITA’ DELLA MENTE UMANA

TOMASO POGGIO: LE SCIENZE COMPUTAZIONALI PER COMPRENDERE E CREARE NUOVI MODELLI DI APPRENDIMENTO

Tomaso Poggio è partito dallo studio della corteccia visiva per arrivare alle moderne tecniche di apprendimento artificiale. Fondatore della Neuroscienza Computazionale, il fisico genovese collabora nel MIT da più di quarant’anni allo sviluppo e alla comprensione di intelligenze artificiali In questo articolo si parla di: La visione artificiale – o Computer Vision – consiste nella capacità di riprodurre la visione umana, non solo come acquisizione … Continua a leggere TOMASO POGGIO: LE SCIENZE COMPUTAZIONALI PER COMPRENDERE E CREARE NUOVI MODELLI DI APPRENDIMENTO

LA MACHINE LEARNING CAMBIA LE PROSPETTIVE DEI PROGETTISTI CHE LAVORANO SULLO SVILUPPO DELLE ESPERIENZE UTENTE

Dalla piattaforme di Machine Learning ML.NET agli interrogativi che i progettisti si pongono quando si affidano ai dati elaborati dalle intelligenze artificiali. Nuovi ecosistemi di business per nuove esperienze utente. Come cambiano le skills di chi lavora nel Back e Front End Developing In questo articolo si parla di: Riprogettare l’ecosistema dell’usabilità delle piattaforme grazie alle creatività generate dai strumenti di AI. E’ questa una … Continua a leggere LA MACHINE LEARNING CAMBIA LE PROSPETTIVE DEI PROGETTISTI CHE LAVORANO SULLO SVILUPPO DELLE ESPERIENZE UTENTE

INTERNET OF THINGS: LE COMPETENZE CHE AIUTANO LA SMART CITY A ESSERE UN LUOGO PIU’ SOSTENIBILE

Abilitare le skills di sviluppatori e ingegneri per renderle parte del nuovo mercato Sustainability Centric: è questa la prerogativa dell’applicazione delle tecnologie Internet of Things, che designano una inedita dimensione tra identità fisica e digitale L’intelligenza umana e quella artificiale o aumentata hanno bisogno di skills adeguate ad un cambiamento che interessa ogni ambito del rapporto tra essere umano e macchina. Il prodotto delle tecnologie … Continua a leggere INTERNET OF THINGS: LE COMPETENZE CHE AIUTANO LA SMART CITY A ESSERE UN LUOGO PIU’ SOSTENIBILE

FIDUCIA E STRUMENTI PER L’AI: DOVE SI TROVA L’EUROPA? DALLE PREVISIONI AI CAMBIAMENTI GIA’ IN ATTO

Il 2021 è stato previsto come un anno chiave per lo sviluppo delle tecnologie AI. Insieme all’impennata del consumo di prodotti digitali, si è avvicendato un cambiamento che già insisteva negli anni precedenti alla pandemia L’Europa si appresta a prendere atto della nuova e imponente ondata di dati che sta travolgendo l’economia globale. Di “nuova ondata” si era parlato ampiamente anche nel White Paper sull’intelligenza … Continua a leggere FIDUCIA E STRUMENTI PER L’AI: DOVE SI TROVA L’EUROPA? DALLE PREVISIONI AI CAMBIAMENTI GIA’ IN ATTO

MACHINE LEARNING E PREDICTIVE ANALYSIS: IL MACHINE LEARNING ENGINEER E’ LA PROFESSIONE CHE LE APPLICA ENTRAMBE

L’Intelligenza Artificiale è alla nostra portata se pensiamo a quante funzionalità siano già in mano a tecnologie di questo tipo negli ambiti di consumo più comuni. La complessità di tale disciplina richiede però competenze di vario settore, compresa quella del Machine Learning Engineer, che permette un’interpretazione e una fruibilità idonea dei dati operati dall’Intelligenza Artificiale Comprendere il significato delle terminologie utilizzate per definire le nuove … Continua a leggere MACHINE LEARNING E PREDICTIVE ANALYSIS: IL MACHINE LEARNING ENGINEER E’ LA PROFESSIONE CHE LE APPLICA ENTRAMBE

ADA LOVELACE: DALLA SCOPERTA DI UN LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE UNIVERSALE ALLA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SOFTWARE

Alla matematica inglese il merito di essere stata il primo programmatore di linguaggi informatici della storia, ma anche quello di emergere in un universo, quello ottocentesco nella tecnologia delle intelligenze artificiali, relegato soprattutto a figure maschili. Ada Lovelace scopre che le macchine possono risolvere non solo equazioni matematiche, ma anche problemi di vita reale La macchina analitica che  Charles Babbage presentò al pubblico nel 1842 … Continua a leggere ADA LOVELACE: DALLA SCOPERTA DI UN LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE UNIVERSALE ALLA REALIZZAZIONE DEL PRIMO SOFTWARE