IL VIAGGIO DEL RECRUITER TRA TECNOLOGIA E BACKGROUND DELLA RISORSA: UNA SFIDA PER AZIENDA E PROFESSIONISTI

Completare le esigenze di HR e azienda con professionalità adeguate è divenuto la metafora di un cambiamento di scelte personali e crescita tecnologica. Dove l’obiettivo è quello di centrare le necessità di azienda e risorse

In questo articolo si parla di:

Aggiornare le competenze digitali in un contesto socio-politico complesso e labile, al centro di un cambiamento epocale. Queste sono tra le sfide maggiori del panorama HR italiano e internazionale. Alcuni tasselli dello sviluppo delle professionalità digitali già sono state esplorate a partire dalla crisi umanitaria dovuta alla pandemia. Adesso occorre confrontarsi con una employability che diviene centrata più sulla persona e sulle tecnologie che le ruotano attorno. Anche l’importanza del concetto di ambiente, visto non solo come infrastruttura lavorativa, ma anche come luogo in cui equilibrare vita privata e professione, è più accentuata, portando con sé un’esperienza di benessere ed engagement differenti.

“Affianco ai ruoli tecnici come quello del developer, nelle aziende spiccano figure a metà tra un nuovo umanesimo tecnologico e competenze di analisi e managerialità”

Livello esperienziale, specifico e potenziale delle skills

La richiesta di skills tecnologiche è anch’essa cambiata, per aggiornarsi alle esigenze di un digitale diviso tra due livelli: quello dell’esperienza – data dal tempo speso in precedenza dalla risorsa nel ruolo/competenza richiesto – e quello più specifico e affine alla posizione da allocare. La ricerca degli specialisti HR si dispiega dunque in questi due ambiti, dovendo a volte scegliere tra quantità o qualità di skills prodotte e potenziali.

LE COMPETENZE DEI PROFESSIONISTI CHE LAVORANO NEL SETTORE AI: LA LORO APPLICAZIONE E IL RUOLO DELLA CONOSCENZA CONDIVISA

Il reskilling non è l’unico ingrediente necessario per acquisire competenze AI Oriented. All’interno di un mercato che ha bisogno di sviluppare le novità introdotte dagli strumenti AI, quello che conta è avere nel team persone che abbiano voglia di imparare e che allo stesso tempo si possano spendere in progetti al di là della loro … Continua a leggere LE COMPETENZE DEI PROFESSIONISTI CHE LAVORANO NEL SETTORE AI: LA LORO APPLICAZIONE E IL RUOLO DELLA CONOSCENZA CONDIVISA

HR DATA SURVEY: CAPIRE LE TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO PER AIUTARE L’AZIENDA AD AFFRONTARE IL CAMBIAMENTO

Essere un HR diventa più complicato nei periodi di cambiamento profondo del  mercato del lavoro. Quando comprendere attitudini e skills tecniche è un compito che oscilla tra il sostenere competenze in evoluzione e accompagnare l’azienda verso la soluzione dell’enigma del futuro La trasmissione di informazioni all’interno dei processi aziendali è un’azione che il comparto HR … Continua a leggere HR DATA SURVEY: CAPIRE LE TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO PER AIUTARE L’AZIENDA AD AFFRONTARE IL CAMBIAMENTO

RIDEFINIRE I RAPPORTI TRA GLI ATTORI DELL’ITC. L’INNOVATION MANAGER AIUTA L’INNOVATION TECHNOLOGY A ENTRARE NELLE AZIENDE

Condividere competenze e obiettivi attraverso i paradigmi della Trasformazione Digitale. La figura dell’Innovation Manager irrompe nelle imprese e diventa in poco tempo molto richiesta anche dalle micro realtà. L’Innovation Technology dei grandi numeri apre il 2020 con l’integrazione, da parte del Ministero dello Sviluppo Economico, di altri 46 milioni di euro per le agevolazioni alle … Continua a leggere RIDEFINIRE I RAPPORTI TRA GLI ATTORI DELL’ITC. L’INNOVATION MANAGER AIUTA L’INNOVATION TECHNOLOGY A ENTRARE NELLE AZIENDE

Integrare ruoli tecnici e propri delle nuove professioni “diluite”

Affianco ai ruoli tecnici come quello del developer, nelle aziende spiccano figure a metà tra un nuovo umanesimo tecnologico e competenze di analisi e managerialità. Qualche esempio? Lean Specialist, Chief Digital Officer, Chief Information Security Officer, Social Media Recruiting Specialist, Growth Hacker e Data Scientist. Nomi ovviamente anglofoni, per professioni però che di nuovo hanno, nella sostanza, ben poco, se non la sintesi, in un’unica figura professionale, di diverse figure qualche anno fa erano denominate con mansioni più specializzate.

Il compito di un buon HR Dept è quello di integrare queste figure, talvolta chiamate anche con nomi differenti rispetto a quelli esposti in questo articolo (a seconda dei contesti in cui devono essere inserite) con quelle più tecniche e specializzate in skills legate a tecnologie – queste sì – completamente nuove nell’approccio – come Intelligenza Artificiale, Augmented Reality e Machine Learning.

Employability e necessità di dipendente e azienda

Individuare i modelli organizzativi più validi, trend di investimento, così come la comprensione del contesto imposto dalle esigenze di diverse fasce di employability, è l’obiettivo di recruiter, ma anche di professionisti che ruotano attorno a questo mondo, più o meno direttamente. La fusione tra necessità di Azienda e Dipendente è la nuova frontiera del Recruitment.

Author: Claudia Sistelli

© Riproduzione Riservata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...